Tag

Semplicemente… con questi versi di Tolmino Baldassari tratti dalla raccolta “Canutir”, Raffelli Editore, Rimini 2006, pag. 30.

A tutti gli amici un buon 25 aprile di riflessione

DE’ CVARANTAZENCV

la gvëra l’éra fnida
caminènd pr al strêdi pini d’buṣi
a s’arduṣèma a ca
e i murt j éra murt
cvânt ch’e’ su temp u n’éra in córa stê
e’ pianẓéva al faméj
ch’al caminéva sânza prisia
ciutêdi int e’ gvai
un’ucêda int i sùigh fìrum
sól cvel agli avdéva
e’ bösch dal fôli u ngn’éra piò
al caminédi schêlzi
pérsi int l’invid de’ sól
int e’ culór piò ẓal

(NEL QUARANTACINQUE. la guerra era finita/ camminando per le strade piene di buche/ tornavamo a casa/ e i morti erano morti/ quando il loro tempo non era ancora stato/ le famiglie piangevano/ camminavano senza fretta/ coperte nel dolore/ un’occhiata nei solchi fermi/ solo quello vedevano/ il bosco delle favole non c’era più/ le camminate scalze/ perse nell’invito del sole/ nel colore più giallo)

Annunci