Qui non si arriva di passaggio. Ferrara, musa pentagona

Prefazione di Roberto Pazzi
Ibiskos Ulivieri

Dalla Prefazione:
… “Ci sono giorni in cui la città / sembra esistere solo per te / gli scuri restano chiusi”. Ecco forse la misura più ferma dello sguardo di Edoardo Penoncini, arreso all’ombra della cosa. La cosa viene catturata così, nella sua traccia, nei suoi indizi, nei suoi teneri sospetti. Perché la città da cui non si può uscire, come dalla citata Fortezza Bastiani di buzzattiana memoria, diventa il Sé iunghiano, l’anima mundi, l’elemento in cui sempre nuota, come un pesce nel mare, la Poesia. …

Fiaba

era l’argilla il suo sogno
l’acqua si fece pietra
le pietre si unirono
e furono case
le case affiancate
divennero strade
le strade s’incrociarono
nacquero piazze
le piazze vuote
si riempirono di gente
la gente disse
ecco la nostra città

l’acqua del mare
saliva al cielo
per ritornare al fiume
che aveva fatto la città

Annunci