Tag

, , ,

Mi piace sottoporre all’attenzione l’interessantissima relazione che il prof. Pugiotto, docente di diritto costituzionale all’Università di Ferrara, Responsabile della Scuola di formazione per una consapevole cultura costituzionale di Rovigo e membro dell’Associazione Italiana dei Costituzionalisti, ha svolto a Padova il 6 novembre 2008, nell’ambito dell’iniziativa ExpoScuola 2008, promossa dalla Direzione Generale dell’Ufficio Scolastico Regionale del Veneto. 

Anche alla luce della "riforma" dei licei e dell’introduzione del nuovo insegnamento di Cittadinanza e Costituzione, mi sembra un utile esercizio di lettura per i docenti di tutte le scuole di ogni ordine e grado. Per ovvi motivi di copyright riporto solo il sommario e rinvio, per la lettura integrale, al sito dell’AIC: www.associazionedeicostituzionalisti.it/materialix/dossier/pugiotto.html.

La Costituzione tra i banchi di scuola

 di Andrea Pugiotto
SOMMARIO: 1. Peccato originale. – 2. A cosa serve conoscere la Costituzione (fin dai banchi di scuola). – 3. Come si fa cultura costituzionale negli altri paesi europei. – 4. Il DPR 13 giugno 1958, n. 585 e l’introduzione dell’insegnamento di «educazione civica» nella scuola italiana. – 5. Il DPR 12 febbraio 1985, n. 104 e la comparsa della «educazione alla convivenza civile». – 6. La Direttiva ministeriale 8 febbraio 1996, n. 58 e l’insegnamento di «educazione civica e cultura costituzionale». – 7. La cd. “riforma Moratti” e la finalità di «educare ai principi fondamentali della convivenza civile». – 8. L’art. 1 del Decreto Legge 1 settembre 2008, n. 137 e l’insegnamento di «Cittadinanza e Costituzione». – 9. La novità didattica, tra apparenza e sostanza normativa. – 10. Il ricorso (non giustificato) alla decretazione d’urgenza. – 11. Si poteva fare di più (e meglio). – 12. Esperimenti alternativi: l’esperienza della Scuola di formazione per una consapevole cultura costituzionale di Rovigo. – 13. Ora come allora: Piero Calamandrei, Don Lorenzo Milani, Pier Paolo Pasolini.
Annunci